01/03/2016Duri fra i duri

La gamma di fertilizzanti Nitro-Retard Duramon, distribuita da Siriac, mostra peculiarità formulative che la rendono efficace dove serve quando serve
Duro il frumento, duri i fertilizzanti. Duri però dal cuore tenero, questi ultimi, perché se all'esterno si mostrano robusti e solidi, all'interno contengono tutti gli elementi nutritivi che servono alle colture per sviluppare al meglio e rispondere efficacemente agli stress ambientali. Si tratta della gamma di prodotti Nitro-Retard Duramon S, distribuita in Italia da Siriac. Oltre alla nutrizione mirata del grano, non solo duro ma anche tenero, tali prodotti si prestano ottimamente alla fertilizzazione di base per gran parte delle colture strategiche italiane, come agrumi, vite, olivo, fruttiferi e ortive.

Sono caratterizzati da una tecnologia brevettata che consente da un lato l'estrema robustezza dei granuli del prodotto, dall'altro attua un rilascio controllato della dotazione nutrizionale, massimizzando le rese e minimizzando gli sprechi.

Fra i prodotti della gamma offerta da Siriac, ve ne sono tre declinati in tre differenti titoli, ovvero Duramon S  20.10.5 + Mg + Fe, Duramon S 10.10.17 + Mg e Urea Dura U - N Retard, quest'ultimo particolarmente adatto per le concimazioni di copertura dei seminativi, colture di pieno campo e per le integrazioni azotate nei piani di concimazioni di numerose colture.

Urea Dura U - N Retard è un concime azotato che apporta azoto in forma ureica (41%), più alcuni preziosi microelementi come ferro (0,5%), zinco (0,02%) e manganese (0,02%). La società produttrice, la spagnola Fertinagro, ha messo a punto una formulazione particolare basata sul trattamento di carbammidazione acida dei granuli. Tale processo utilizza prodotti a base di zolfo che trasformano l'azoto ureico in monocarbammide di idrogeno solfato, in acronimo MCDS. Il prodotto è molto stabile e resiste all'attacco dell'enzima ureasi, ovvero quello responsabile della trasformazione azotata. La cessione diviene pertanto molto graduale, con grande vantaggio sia per le colture, sia per l'ambiente, minimizzandosi le perdite per lisciviazione dovuta alle piogge.

Il prodotto è pertanto consigliabile soprattutto nelle fasi fenologiche delle colture in cui vi sia una particolare esigenza di azoto, ma anche in momenti di eventuale stress fisiologico dovuto a fattori esterni.

Con la medesima tecnologia vengono prodotti anche Duramon S  20.10.5 e Duramon S 10.10.17, due fertilizzanti che apportano, oltre all'azoto, anche fosforo, potassio, magnesio e anidride solforica in rapporti fra loro differenti. Duramon S  20.10.5 contiene anche lo 0,02% di ferro. In questo prodotto l'azoto totale, presente in ragione del 20%, è suddiviso nelle due forme ureica e ammoniacale in ragione rispettivamente dell'11 e del 9%. In Duramon S 10.10.17 il 10% di azoto è rappresentato invece per il 6% dalla forma ureica e per il 4% da quella ammoniacale. Differiscono anche i contenuti degli altri nutrienti, dal momento che il potassio varia dal 5 al 17% e il fosforo solubile in acqua dal 7 al 6%. Diverso pure i tenore di anidride solforica, presente nel primo in ragione del 20% e nel secondo del 30%.
Duri fra i duri