25/11/2015Sinergie per il pomodoro sostenibile di alta qualità della Gdo

Grazie al sigillo di garanzia Sinergie sarà possibile per il consumatore riconoscere e scegliere nei punti vendita le produzioni italiane sostenibili
Dopo il debutto al grande pubblico e la partecipazione al premio Top Fresh Retailer 2015, il pomodoro italiano di qualità, ottenuto nel rispetto delle soluzioni di coltivazione integrata del programma Sinergie, si dota di un nuovo sigillo distintivo che ne attesterà la natura di prodotto autenticamente sostenibile, sano e gustoso.

Sostenibilità garantita da Sinergie” andrà ad affiancare i marchi dei singoli produttori allo scopo di accreditare ulteriormente agli occhi del consumatore finale le garanzie qualitative, di sicurezza e di attenzione all’ambiente che accompagnano le varietà italiane di pomodoro incluse nel sistema di coltivazione Sinergie. Quest’ultimo, infatti, nasce dalla collaborazione tra un gruppo di aziende siciliane di primissimo piano nella coltivazione delle più pregiate varietà di pomodoro, Sata, Siriac e Syngenta.

Avviato nel 2009, Sinergie coniuga qualità delle produzioni con attenzione alla salute e all’ambiente grazie alla soluzione di produzione integrata appositamente definita che permette alle aziende agricole di ottimizzare l'utilizzo del suolo e delle risorse idriche e di migliorare l'efficienza del processo produttivo. In tal modo, il sistema garantisce non solo l’alta qualità del pomodoro, ma soprattutto la sostenibilità del prodotto a tutela del territorio e della filiera. Grazie a questa convergenza di fattori virtuosi, le produzioni italiane che ottengono il sigillo Sinergie sono pienamente idonee a sostenere un posizionamento premium, andando a soddisfare la domanda di una clientela sempre più attenta al gusto, all’origine certa e alla sostenibilità di ciò che acquista.

Sinergie vuole essere un elemento distintivo a supporto di un sistema di produzione in campo agricolo che fa della sostenibilità uno dei pilastri fondamentali del proprio operare” – dichiara Marco Cantoni, Syngenta. “Attraverso questo sigillo, le aziende produttrici testimoniano le azioni reali compiute a tutela della filiera e dell’ambiente, garantendo prodotti che incontrino i bisogni emergenti di un consumatore che al desiderio di tradizione e qualità aggiunge quello più importante di sostenibilità del prodotto”.

I valori e benefici conferiti all’intera filiera dalla scelta dei produttori di aderire al programma Sinergie sono racchiusi all’interno di un manifesto che indica in maniera puntuale i vantaggi del progetto sia per la filiera, sia per la Gdo, che può disporre in assortimento di prodotti capaci di coniugare qualità, tradizione e la nuova sensibilità del consumatore rivolta al contesto sociale e ambientale in cui vive. Tra i punti qualificanti spicca il sostegno che Sinergie fornisce alla competitività e alla sostenibilità dell’orticoltura italiana, messa in condizioni di esprimere al meglio la sua tradizione di eccellenza, ma anche il vantaggio per i retailer offerto dalla presenza nell’assortimento dei prodotti ortofrutticoli di un elemento di distinzione e di rassicurazione come il sigillo Sinergie.

In definitiva, con questo sistema di produzione si vuole compiere un passo concreto in direzione di un mercato che riconosca spazio e visibilità alle produzioni orticole nazionali sostenibili e di alta qualità, le sole in grado di offrire un corretto equilibrio tra i benefici ambientali di un'agricoltura responsabile e la soddisfazione dei gusti e delle esigenze dei consumatori.
Sinergie per il pomodoro sostenibile di alta qualità della Gdo